il nostro diario….- Our Journal.

Sorry…, not yet completely in English…

October 5th, 2016 - Two days ago last hike up the mountain above my Cabin, before the arrival of the big snow. Last Cranes flying south…. I am always moved to see them and to hear the way they speak&sing as they fly…:-) ———————-ITALIANO——— Giorni fa in gita sopra la mia Cabin prima della grande neve… Ultime Gru volano verso sud in magica formazione, vero e proprio disegno nel cielo. Mi commuove, ogni anno, vederle, e sentire come cantano e chiacchierano mentre volano… Questa, per me, è sempre stata la stagione più bella…. dopo i colori spettacolari di settembre, ecco l’attesa della neve, il primo ghiaccio…, il sole sempre più basso…; mentre già da tempo ogni sera danzan in cielo Aurore Boreali da toglier il fiato….

October 1st, 2016 - Northern Lights and the Gamajǻhkǻ Rapids fill the night! – Il Canto delle rapide delle Gamajǻhkǻ, quelle che scendono dal Sarek…, riempiono i boschi e l’aria con frizzante potenza, un rombo di tuono che par Silenzio per la loro Bellezza… In cielo, invece, davvero silenziose…, danzano le Aurore Boreali. Stanotte col sacco a pelo vi abbiamo dormito sotto; che magia addormentarsi con tale spettacolo…

26 settembre 2016 - Le ultime foglie cadono, i colori si spengon tra i boschi ma che luci si riaccendono nel cielo, come stanotte….. Aurora Boreale immensa con centro nel mezzo del cielo! Si torna verso la grande stagione…

16 settembre - Abbiamo provato a raggiungere in canoa Lǻitaure e quindi l’immensa Rapadalen ma non si passa! Dopo aver risalito fino all’estremità nord l’immenso Tjaktjajaure le rapide che scendono da Guolloluoppal ci hanno fatto desistere… Bello così aver ancora da esplorare e scoprire attorno a casa!! – Info: no way to paddle by canoe from Tjaktjajaure Lake to Lǻitaure Lake: you have to drag your canoe on wheels all the way to Guolloluoppal (Lǻitaure) along the very easy broad path…: an higly desirable trip, specially if you then continue into amazing Rapadalen and Sarek…Then, it becomes A Lifetime Journey!

21 giugno 2016 - Ecco di nuovo l’estate…, ma che freddino ancora!!

15 gennaio 2016- Invasione di alci e renne in questi giorni!! E di Lepri delle Nevi inseguite dalle Linci e dalle Volpi! Si vede che dopo i lunghi -40 ora, a solo -20, voglion sgranchirsi un pò le gambe!!

24 Novembre 2015- Un mese al Natale qui al Lodge, a -25, la luna rende il bosco e le montagne magici riflessi d’argento… Il cielo è puro tra le stelle ed il fiato che esce denso, nessuna traccia d’uomo, occorre respirare questo almeno per una volta!

Ottobre 2015 – Zen Mountain Retreat. I meditatori son coloro che si prendon cura di se stessi… ma chi si prende cura dei meditatori…?

15 aprile 2015-  C’è una luce nel buio, oltre le montagne … E’ la notte, sta sparendo! Ultime due settimane circa, poi, addio stelle per un pò!

18 marzo 2015- Aurore spettacolari danzano sopra il Lodge…, è forse la mia mamma che danza, ora, dalla sua nuova Dimora…?

1 dicembre 2014

Mezzogiorno e non vi è ombra di sole… Non c’è proprio più alcuna ombra! Nel cielo terso e gelido un chiarore accennato appena scivola dietro i monti a sud. Presto morirà anch’esso e di nuovo sarà buio, il buio possente, quasi continuo del grande inverno del Nord.  Ci piace ricordare questo ogni volta, sul diario, in questo magico periodo dell’anno!

5 novembre 2014

Notte di luna di novembre quassù a 67 gradi nord… E il mondo risplende e luccica; un mondo di neve polverosa che attutisce ogni suono ed avvolge come una coperta; un manto sul quale da diverse settimane ormai i nostri passi son solo un sussurro morbido.

Stamattina  -18; il sole è sempre più basso e dura cinque minuti in meno ogni giorno!
Magia di quassù…. La Terra va “dentro” (come gli orsi…) e noi con lei, intimità impareggiabile…

1 ottobre 2014 – Hawk Owl, la splendida Surnia Ulula ci è sfrecciata a pochi metri andandosi a posare sulla cima dell’Abete… solo allora s’è accorta di noi; oppure già ci aveva visti… Nei racconti antichi questo rapace era uno Sciamano…, quale incontro!  

22 settembre 2014

Dormita magica nella Cabin cullato dal ticchettare della pioggia che all’alba diventa neve…la pace allora s’è fatta ancor più da capogiro… Primo giorno d’autunno e prima neve annunciata tutto ieri dal continuo passare di gru, e cigni ed anatre su nel cielo, verso sud: L’aria era colma dei loro richiami come a ricordare: “Ci si rivede….o meglio, ci si risente in primavera!”
Qui…, ove il Silenzio Raccoglie e Culla l’anima…

(Nella foto, a destra dell’abete di destra, si vede il popolo alato in formazione da viaggio…; emozione grandiosa, come quella di quando è l’Aurora Boreale ad esser l’ospite del cielo!).
WP_20140921_002

Borealis Lodge, 21 settembre 2014…
Le abbiam sentite dal Lodge le trombe del popolo alato…Gru, Anatre, Cigni…: usciamo di corsa e quasi piango…: “Buon viaggio ragazze… Possiate appartenere più possibile alla vostra Pista Antica”. Spariscono veloci dietro le punte delle conifere. Dietro, resta solo profondo silenzio… Ora, il re inverno può infine insediarsi.

22 febbraio

Neve ininterrotta a -15 da ieri sera… Siamo adesso a 50 cm di polvere assoluta! Nel pomeriggio abbiamo fatto una breve uscita in sci sulla pista e nonostante ci fossero già 30 cm di neve nuova era come non ci fosse, tanto è polverosa. Poi, d’un tratto, sulla pista abbiamo visto un alce con i suoi due “cuccioli”. Ci siamo fissati a lungo nel silenzio ovattato. Poi, per non disturbare la madre, son entrato nel bosco e li ho aggirati. Contenta della mossa, la mamma e i suoi cuccioloni, ha ripeso a riposare tranquilla…  Esseri del nord, di un inverno lungo mesi. Silenzio profondo… Grazie dell’incontro.  (appena possibile mettiamo la foto dell’incontro e di questa favolosa grande neve; e si’ che avevamo… appena spalato i tetti…!).

18 febbraio

I tetti son abbastanza colmi di neve…. Come di consueto attorno la metà di febbraio, da domani iniziamo a spalare…. E ne abbiamo ben 5 da fare! Ma anche questa è sempre un’ennesima splendida occasione per respirare la bellezza di quanto abbiamo attorno…. E poi, ci son le braccia di Manuel; ormai quasi 14 anni…, piccolo uomo della wilderness!

14 febbraio

Cos’è rientrare al Lodge dalle montagne, nel buio del pomeriggio lungo la pista, con la slitta tirata dai cani… Il loro trottare fiducioso mi precede, non si sente altro se non l’alitare leggero, quasi un coro sussurrato all’unisono; e il frusciare della slitta. La lampada che tengo in fronte illumina il bosco fitto seppellito nella neve, in mezzo al quale passiamo silenziosi; ma spesso (oggi c’è una splendida luna) ho spento la luce. Il paesaggio d’argento, allora, ha reso ancor più tutto irreale e fiabesco e la pace e le stelle ed i fidati cani, ci hanno ricondotti qui, alla stufa del Lodge…

9 febbraio 2014

Il freddo si è spezzato (cosi direbbero i nativi del Canada…).  Da un giorno all’altro siamo passati da settimane a -35 fissi,  ai – 10 di adesso con neve fitta. Questa è una caratteristica unica del grande Nord Scandinavo, influenzato dalle vicine correnti dell’Atlantico mite. O dalle correnti siberiane da est che, appunto, portano invece il grande freddo…. Per questo ci si deve attendere ogni tipo di meteo, lo ripetiamo sempre a chiunque ci raggiunga. Ed ora, nel pomeriggio che si spegne precoce verso le 16.00, la fiaccola illumina fuori la neve che scende, la candela rischiara qui,  l’interno del Lodge e solo il pacato discorrere della stufa a legna, accompagna il silenzio profondo, voce unica e più bella di noi quassù… Tra quattro giorni nuovi ospiti ci raggiungeranno dalla lontana, rumorosa Italia, rinnovando la nostra consueta gioia al pensiero di poter condividere, tutto questo.

La foto di oggi, dal salone del Lodge alle 16.00

La foto di oggi, dal salone del Lodge alle 16.00

 

12 gennaio 2014

L’alta pressione da ormai oltre 3 settimane mantiene il cielo limpido, e il termometro fisso a -35 (almeno quando si esce in sci non si suda!!) e lo spettacolo dell’Aurora Boreale assicurato quasi ogni sera! Oggi, che vi son “solo” stelle, rientrato al calduccio del Lodge, mi è venuto da scrivere questo pensiero…:  Non è solo la mancanza di sole (nonostante il cielo limpido) e le giornate brevi a rendere davvero unico questo silenzioso periodo dell’anno…. Vi son anche le notti terse, quando non accese dall’Aurora…: esse son davvero buie! Poichè ciò che circonda il Lodge è spazio incontaminato e vasto senza traccia alcuna dell’uomo. Vasta e indisturbata vi respira ancora la Voce della Terra: in questo buio profondo, è come se essa vi echeggiasse… Forse per tale motivo le stelle vi risaltano in modo cosi nitido, al punto da creare la possibilità, per le conifere, per il tetto del Lodge rigonfio di neve,  e per le montagne, di risaltare contro il cielo…

24 dicembre -  GOD JUL dal Borealis Wilderness Lodge!

E i… cucciolotti della Chiamiwàk crescono a vista d’occhio; oggi, alla vigilia di Natale, compiono… 3 giorni!! Eccovi una splendida leggenda sul Lupo e intanto God Jul til alle! (Buon Natale a tutti)…!

La Leggenda della Luna Piena, Nativi d’America 

“In una bella serata estiva, tanto tempo fa, in cielo splendeva una sottile falce di luna, che si affacciava fra le nuvole.

Un lupo, seduto sulla cima di un monte, ululava senza sosta. I suoi ululati erano lunghi, ripetuti e disperati. La luna, la regina d’argento della notte, ne fu infastidita e gli chiese perché si lamentasse tanto. Il lupo rispose che aveva perso uno dei suoi cuccioli e che ormai disperava di trovarlo. La regina della notte, dispiaciuta e desiderosa di aiutarlo, pensò di illuminare tutta la montagna per far sì che il lupacchiotto trovasse la via del ritorno. Così si gonfiò tanto da diventare un disco grande e luminoso. A quel punto il lupo ritrovò il suo cucciolo, tremante di freddo e di paura, sull’orlo di un precipizio. Lo afferrò in tempo, lo strinse forte, lo rincuorò e ringraziò infinitamente la luna. Poi se ne andò col figlioletto, allontanandosi tra la vegetazione. Le fate dei boschi, commosse, decisero di fare un bellissimo regalo: una volta al mese la luna sarebbe diventata un globo di luce grande e luminoso, visibile a tutti, in modo che tutti i cuccioli del mondo potessero ammirarla in tutto il suo splendore. Da allora, una volta al mese i lupi ululano festosi alla luna piena.”

21 dicembre 2013, Solstice DayLa Chiamiwak diventa mamma con sette splendidi cucciolotti, proprio oggi, notte di neve fitta, giorno del Solstizio d’Inverno!! Che emozione vedere queste piccole Creature uscire alla Vita!

4 dicembre 2013 - E ancora una volta è il magico possente periodo del Solstizio!! Mezzogiorno e non vi è ombra di sole. Non c’è proprio più alcuna ombra! Nel cielo terso e gelido un chiarore accennato appena scivola dietro i monti a sud. Presto morirà anch’esso e di nuovo sarà buio, il buio possente, quasi continuo del grande inverno del Nord.

28 ottobre – Inverno infine insediato quassù nelle terre del Nord! I laghi iniziano a ghiacciare, neve ora circa 30 cm, il sole sempre più basso, i cani fiutano l’aria sempre più eccitati all’idea di riprender le piste. Ed anche noi…! 

24 settembre 2013 - La prima neve di oggi ha messo in moto l’immenso popolo alato che ogni anno in primavera raggiunge le terre del nord per nidificare ed ora, con il primo freddo dell’autunno, inizia a partire. Abbiamo visti gli ultimi cigni sulle sponde del delta ormai 10 giorni fa e le ultime gru son passate in volo con il loro squillante richiamo come trombe. Bianca, un’amica che abita poco più a nord di noi, ogni anno ci aggiorna, dalla primavera all’autunno, sulle vicissitudini del grande popolo dei migratori; oggi, puntualmente, ci ha scritto queste righe. E’ un’emozione leggerla, e poi, veder passare sopra le nostre teste gli stessi esseri alati che l’hanno emozionata…:

“Nel grande Tornealv centinaia di cigni e gru sulle sponde dorate di betulle e pioppi tremoli…, è tutto un canto, un richiamo, presto veleranno via… Son in cammino, son già venute via dalle montagne, vanno verso sud. Senton la neve ed iniziano a scendere; è un popolo intero che si sposta con calma, cantando, sicuri del cammino. Anche nella mia foresta i piccoli tordi, cesene, cince, tutti insieme…; ecco perché son qui, son qui per loro…”.

Stasera si respira davvero aria del grande Re Inverno; c’era nevischio poco fa nell’aria, poi, con -3 gradi, siamo saliti sul colle sopra il Lodge dove un brezza tesa faceva rabbrividire…: l’immensità selvaggia nella notte, la luna alle spalle, l’Aurora immensa, leggera, ad arco sopra le montagne con il primo bianco candido…, non una luce d’uomo…, forse, appena appena giù nel bosco, il lucore della candela, attraverso la finestra. La grande stagione selvaggia s’insedia veloce, porta un calore profondo in mezzo al petto; questo, sussurra…: Appartenere… Un privilegio poter esser testimoni, ancora una volta, di tutto questo…

23 settembre – Oggi mamma Alce e due piccoli giravano attorno al Lodge…, vengon spesso a trovarci, peraltro del tutto indifferenti alla nostra presenza e al tempo degli uomini… Li vedo dormire ora mentre la pioggia che ticchetta sul tetto sta per tramutarsi in frusciar di neve…, semi addormentati nella loro cuccia sotto la grande conifera, ad ascoltare, come un tempo i Noaj’de, gli sciamani Sàmi. Notte… (c’è respiro d’inverno che s’avvicina…).

21 settembre  – Primo giorno d’Autunno  e stamattina, dopo tre giorni di grande pioggia che sui monti ha portato la prima neve,  siamo scesi alle rapide dopo che per tutte la notte il loro rombare possente ha pervaso più del solito, il bosco, di sè.

Le Kamajåkka in piena stamattina...

Le Kamajåkka in piena stamattina…

E che esplosione di acque oggi ci ha accolto: le rapide della Kamajakka in piena, potenza selvaggia, da urlare! Qui la natura non si risparmia mai, ad ogni stagione, in ogni giorno… Stanotte, il cielo infine terso, con la temperatura di 0 gradi circa la brina luccica sull’erba. Un’Aurora forse, più tardi, risplenderà nella notte. 

...potenza selvaggia...

…potenza selvaggia…

18 settembre - Un vento grandioso è sceso dai monti intonando un canto possente tra le conifere attorno al Lodge. Foglie dorate di Betulla e Pioppo Tremolo son volate nell’aria… Spettacolo, tutto è sinfonia quassù!!

15 settembre 2013 - Pioppi Tremoli, Sorbi Alpini, Betulle…: colori dell’autunno a mille! E Aurora ogni notte… E’ sinfonia prima del grande Re Inverno: stiamo…impazzendo di Bellezza!

DSCF5076

I dintorni del Lodge infiammati di colori.                    L’inverno si annuncia con sinfonia di colori!

14 settembre 2013 - L’Orso UNNATJ (cosi da noi battezzato…) torna per il secondo autunno a farci visita nei boschi attorno il Lodge; purtroppo non si fa mai vedere ma le sue tracce restano belle evidenti, soprattutto quelle che testimoniano quanto in questo periodo (intento a mangiare il più possibile in previsone del letargo invernale) esageri un pochino con i mirtilli… Torte blu gigantesche son disseminate qua e là! E’ proprio un golosone…

13 settembreOggi Manuel ha osservato il colore giallo oro delle betulle e poi mi ha detto…: “Questi esseri muoiono più luminosi di come son nati… Come dovremmo essere noi umani, solo che loro lo fanno davvero”…

12 settembre 2013 - Le rapide del Kamajakka riempion la notte stellata. La profonda  incontaminata vastità che attornia il Lodge amplifica il canto senza tempo delle acque, facendole risuonare come fosse un silenzio perfetto… Lieve alito d’Aurora nel cielo. 2 gradi.

10 settembre 2013Una leggera Aurora Boreale riempie l’intera volta notturna stanotte, ricordando che il grande re Inverno è ormai alle porte. I colori dell’autunno infiammano i boschi ed i  pendii delle montagne, è qualcosa che toglie il fiato per la bellezza…: betulle, pioppi tremoli e sorbi escono come fiammate improvvise dal fitto bosco verde degli abeti rossi… Incredibile rendersi conto di quanto, questi alberi, “terminino” il loro ciclo più luminosi che mai. Sembra quasi un memento per noi umani, a far lo stesso  con le nostre preziose vite… E quassù, più vicini alle stelle ed alle Aurore, non è difficile… 3 gradi.

La vista stamattina dal colle sopra il Lodge verso le montagne del Sarek nascoste dalle nubi. Colori dell'autunno a mille!

La vista stamattina dal colle sopra il Lodge verso le montagne del Sarek nascoste dalle nubi. Colori dell’autunno a mille!

21 dicembre 2012 – Il Solstizio del 2012!! - Apriamo gli occhi nella semioscurità delle 8 di mattina e lo stupore ci pervade… “Ma quale luce è in cielo? Le conifere, immobili ed incappucciate nella neve, sembran trattenere il respiro di fronte bellezza mai vista. E con loro le montagne, gli animali di quassù, i miei occhi… Se il mondo dovrà davvero rinascere, si, sarà questa la luce che sceglierà di indossare. Grazie, per averci consentito di esserci”.

16 dicembre 2009 - Mezzogiorno e non vi è ombra di sole. Non c’è proprio più alcuna ombra! Nel cielo terso e gelido un chiarore accennato appena scivola dietro i monti a sud. Presto morirà anch’esso e di nuovo sarà buio, il buio possente, quasi continuo del grande inverno del Nord.

11 marzo 2008 - Siamo arrivati qui dieci giorni fa sotto la neve a -15, dopo circa tre mesi di traversata in sci dall’estremo sud della Norvegia. Domani si riparte, continuerò verso nord per un altro mese, attraverso il Sarek fino alla costa Artica. Non sarà facile uscire dai boschi che circondano il Lodge, sepolti dalla profonda neve farinosa… La luce del giorno è ormai sfumata ad ovest oltre il Kaskaivo ed oltre le montagne del Tarrekaise; da lassù, venendo dalla Norvegia, siamo sbucati appunto 10 giorni fa, dopo infinite tormente. Un altro mese ci attende dentro il grande Gigante Bianco…; non avremo altra meta se non quella di andare più a nord possibile: ascoltando (prima di ogni altra cosa) ogni istante. Solo questo conta ora, il giorno per giorno, nessun’altra meta se non questa: esserci. Ultima sera qui nel meraviglioso silenzio del Lodge accompagnato dal discorrere della stufa… (Esteban, Traversata Invernale della Lapponia)

3 pensieri su “il nostro diario….- Our Journal.

  1. é semplicemente stupendo, si resta senza fiato davanti a tanta bellezza ,io ringrazio il
    Signore per averci regalato tanta meraviglia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>